Migranti e rifugiati in rotta attraverso la Libia vengono venduti in mercati di schiavi

Migranti Africani mentre vengono salvati ed assistiti dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni Migranti Africani mentre vengono salvati ed assistiti dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni Reuters

14 Giugno 2017
Centinaia di migranti e rifugiati in rotta verso l’Europa vengono catturati, trattenuti e ridotti in schiavitù in Libia.

Secondo l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), uomini, donne e bambini provenienti principalmente dall’Africa dell’ovest, dopo essere stati rapiti, vengono trattenuti con la forza per poi essere venduti in luoghi pubblici, come parcheggi o garage .

L’OIM ha raccolto una serie di scioccanti racconti in prima persona che testimoniano la brutale realtà della schiavitù moderna nel nord Africa. Trafficanti e gruppi armati intercettano e trattengono in squallidi centri di detenzione donne, bambini e uomini che intraprendono il viaggio pericoloso attraverso l’Africa in cerca di salvezza in Europa. Picchiati, stuprati e forzati a lavorare, centinaia di migranti sono trattenuti in attesa del pagamento di una somma per un riscatto così esorbitante che è impossibile da pagare, per poi venire uccisi o venduti.  

Medici Senza Frontiere (MSF), Amnesty e UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia) si uniscono all’appello dell’OIM per combattere ed esporre la terribile realtà del traffico umano in Libia. Le testimonianze di vittime e sopravvissuti che queste organizzazioni hanno raccolto ci raccontano la storia della disumanità della schiavitù moderna. I migranti che cadono nelle mani dei trafficanti non sono solo deprivati della loro libertà e resi vittime di violenza fisica; soffrono anche il trauma psicologico che deriva dall’essere stati forzati a vedere morire altri migranti, per morte naturale o uccisi brutalmente, o dall’aver dovuto telefonare a casa, durante un abuso fisico, per chiedere il riscatto. L’OIM sta attivamente combattendo contro il traffico umano e si impegna ad assistere le vittime sia in Libia che nel resto del mondo.

 

Per saperne di più, leggi:

https://www.theguardian.com/world/2017/feb/28/refugee-women-and-children-beaten-raped-and-starved-in-libyan-hellholes
http://www.aljazeera.com/news/2017/04/iom-african-migrants-traded-libya-slave-markets-170411141809641.html
http://www.independent.co.uk/news/world/africa/libya-public-slave-auctions-africa-migrants-sold-refugees-international-organization-for-migration-a7678031.html#gallery
http://www.independent.co.uk/news/world/africa/refugee-crisis-migrants-libya-europe-eu-italy-abuse-torture-slavery-forced-labour-iom-report-msf-a7366361.html
http://www.bbc.com/news/world-africa-39567632

Letto 7257 volte